• Lingua
  • Acquista
  • Login / Registrati
Ho scoperto il bio-dizionario

Quando compri cosmetici e prodotti per il tuo corpo, ti preoccupi di leggere cosa contengono?

Ti è mai frullato nell’anticamera del cervello che certe sostanze con nomi impronunciabili che non ci ricordiamo nemmeno dopo 1 secondo, possono essere tossiche?

Ora stai dicendo: si vabbè, ma i cosmetici non li spalmo sul pane. Cosa vuoi che faccia un po’ di crema in faccia o sulle gambe?

Magari subito, alla prima spalmata non ti succede nulla.

Ma a lungo andare, certe sostanze lavorano di nascosto e dopo un po’ di tempo ti escono allergie, dermatiti, eczemi e compagnia bella e devi ricorrere a cortisone o medicinali vari per porre rimedio al danno.

Svegliaaaa!

Oggi non puoi più fare finta di nulla. Devi sapere cosa ti butti addosso e non sto parlando dei vestiti.

Se quando ti fai la doccia, senti prurito sulla pelle, oppure appena ti sei asciugato la senti secca o arrossata, è un primo campanello d’allarme.

Tu non hai idea di cosa le multinazionali infilano in creme, docciaschiuma, shampo, per farli apparire profumati, buoni, cremosi e che costino poco.

Se non sei una persona ingenua, sai benissimo che i prodotti che costano poco, contengono il più delle volte, materie prime di scarsa qualità se non addirittura nocive.

Ma chissenefrega, chi le produce non le usa. Importante è il profitto.

Quando poi si tratta della pelle dei bambini, apriti o cielo.

La loro è ancora più delicata e i prodotti che utilizzi devono essere il più possibili neutri e con ingredienti naturali.

La cosa che mi fa rabbrividire è che la gente oggi vada a leggere che non contengano nichel e che non siano testati sugli animali.

Ma accidenti, ci sono cose molto più importanti da sapere.

Ingredienti che sono estratti dal petrolio, da laboratori chimici che di naturale non hanno nemmeno l’aria che respirano i dipendenti.

Se non vuoi arrivare un giorno ad avere la pelle arrossata, desquamata, irritata, a soffrire per  prurito, eczemi o patologie ancora più gravi ti posso dare un consiglio!

Leggi l’etichetta!

Lo so che con tutti quei nomi scientifici non ci capisci nulla.

Ma un modo facile, e veloce per sapere se queste sostanze sono tossiche oppure no, esiste.

Esiste il Biodizionario, una comoda guida on line, dove scrivi il nome delle sostanze contenute nel prodotto che vuoi analizzare e lui subito, ti dice se è ok oppure devi starne alla larga.

Ti faccio un esempio. Prendi la prima crema che ti capita per le mani.

Leggi il primo componente che non sia l’acqua….e cercalo sul biodizionario.

Spesso gli ingredienti sono scritti talmente in piccolo che ci vuole la lente di ingrandimento per riuscire a leggere.

Ma lo fanno apposta per nascondere le magagne…

Scrivilo sul biodizionario e vedi cosa esce.

E’ facile da interpretare perché escono dei semafori.

Semaforo rosso fa male, semaforo giallo, non fa malissimo ma non è il top, semaforo verde, vai tranquillo

Se tu vai a leggere: disodium phosphate, hexylene glycol polysorbate 20, cosa cavolo ci capisci a meno che tu non sia un chimico esperto?

Te lo dico io! Non ci capisci nulla di nulla, ma magari dietro quei nomi si nasconde qualcosa che può farti del male.

A me è venuto il dubbio quando tempo fa usavo uno struccante per occhi (doveva essere delicato per occhi sensibili) e dopo 3 giorni di utilizzo mi aveva arrossato le palpebre e reso la pelle desquamata e irritata.

Mi sono ricordata del biodizionario e mi sono presa la briga di andare a leggere cosa contenesse questo struccante.

Un sacco di sostanze con semaforo rosso.

E’ finito subito nell’immondizia.

E sono partita alla ricerca di qualcosa di naturale e con componenti che non facessero reazioni strane e approvate dal biodizionario.

Non pensare che se compri i prodotti in farmacia questi siano controllati e non contengano schifezze. Sbagli, anche loro vendono tanti articoli che contengono sostanze da semaforo rosso. Ti ricordo che le farmacie non sono delle ONLUS…

Dato che lo scarichi dal cellulare, portati sempre il biodizionario con te e prima di comprarti docciaschiuma, shampo, creme varie, controlla i componenti detti anche INCI ( è una denominazione internazionale utilizzata per indicare in etichetta i diversi ingredienti presenti all'interno di un prodotto cosmetico).

Sarà difficile trovare un prodotto con tutti i semafori verdi, ma almeno evita quelli che ne hanno tanti di rossi.

Difficile ma non impossibile.

Ad esempio le creme, il deodorante e i docciaschiuma Duedd non hanno semafori rossi, ciò significa che sono formati da ingredienti naturali che non creano danni alla tua pelle.

Li puoi utilizzare in piena tranquillità.

Non ci credi? Clicca qui, vai sulla scheda tecnica, copia e incolla gli Ingredienti sul biodizionario e vedi con i tuoi occhi se non è vero.

Ma non accontentarti, fallo con tutti i prodotti in catalogo e ti renderai conto che esistono prodotti cosmetici e per la cura del corpo sani e naturali.